Singles day - 光棍节

Chi lo ha detto che i single non abbiano nulla da festeggiare? In Cina, nel 1993, un gruppo di ragazzi dell’università di Nanchino ha pensato di fondare il Singles day, una giornata nata dalla voglia di celebrare l’orgoglio di essere single, in contrapposizione a San Valentino.

Per festeggiare questa ricorrenza è stato scelto come giorno il 11 Novembre (11/11), data in cui troviamo per quattro volte la ripetizione del numero 1, che indica l’individuo solitario che cerca la sua metà (l’altro 1).

Questa giornata però, inizialmente celebrata solo tramite lo scambio di regali, nasce anche per dare la possibilità alle persone di incontrarsi grazie alle numerose feste organizzate in Cina, esplicitamente vietate alle coppie.

Negli ultimi anni, la ricorrenza si è trasformata nella più importante giornata di shopping a livello globale, superando anche il Black Friday statunitense, con sconti che arrivano fino al 90% sulle principali piattaforme cinesi. Nell’ultima edizione del 2018, il colosso cinese Alibaba ha registra vendite per un valore di 30,8 miliardi di dollari solo nella giornata del Singles day.

Chitè ha deciso di legarsi a questa festività cinese fondando la propria festa: il Lover’s day, la festa dei membri del Lover’s Club. 

Con questa giornata, si vuole trasmettere un messaggio ben chiaro: non importa se si è single, fidanzati o sposati, la forma d’amore più importante da avere è quella verso noi stessi.

Solo amando noi stessi, possiamo amare gli altri.

So, love yourself first!